His Hands Church


Riuso  - Da big box store (Woodstock, Georgia) a chiesa (His Hands Church)


Insieme a quella culturale, la funzione religiosa rappresenta un’ottima alternativa per riutilizzare gli ampi spazi lasciati liberi dal fallimento del commercio, in particolare gli edifici di tipo big box che risultano adatti alle necessità delle comunità religiose. A Woodstoock, in Georgia, un vecchio big box store di 12.000 m2 ospita la chiesa His Hands Church[1].

Nel volume della struttura commerciale sono stati realizzati alcuni nuovi ambienti: due grandi sale incontri (una da 1.500 posti e l’altra, più piccola, da 500 posti), uno spazio gioco-educativo per bambini, numerose aule e stanze di incontro, alcuni uffici, una caffetteria, una cucina e una grande sala da pranzo. Il progetto, firmato dagli architetti di Beck’s Group di Atlanta, non richiedeva molte modifiche strutturali ma piuttosto alcune integrazioni tecniche e un nuovo allestimento degli spazi interni. Solo la copertura, per problemi di degrado e di infiltrazioni d’acqua, ha subìto alcuni interventi di manutenzione[2].

Un aspetto interessante riguarda il rapporto della chiesa con l’esterno ed il modo in cui gli architetti hanno voluto evidenziare il cambiamento d’uso: nella zona d’ingresso è stato inserito un volume in acciaio, che indica l’accesso pedonale alla struttura. Un nuovo percorso, caratterizzato da un diverso trattamento del suolo, attraversa il parcheggio e dalla strada conduce al volume della hall. Negli spazi aperti, infine, sono state aggiunte alcune aree verdi e alberature, oltre a un parco giochi per bambini[3]. Lo stesso studio ha recentemente progettato la trasformazione di un altro big box store in una chiesa, la Gateway Church[4] a North Richland Hills, completata un anno dopo il primo intervento, dimostrando una certa confidenza con questo tipo di riusi funzionali[5].

Gabriele Cavoto - Estratto da "Demalling - Una risposta alla dismissione commerciale", Maggioli Editore, 2014


[1] Dal sito ufficiale della chiesa His Hands Church: www.hishandschurch.com.

[2] La sezione della copertura è passata da quaranta centimetri a quasi un metro di spessore allo scopo di inserire tutti gli impianti tecnici (aerazione, sicurezza antincendio, illuminazione). Sul tetto è stato steso un nuovo strato di isolante e di impermeabilizzante, migliorando le prestazioni energetiche dell’edificio.

[3] Dal sito internet dello studio di architettura Beck’s Group: www.beckgroup.com.

[4] L’intervento della nuova Gateway Church si è concluso nel 2007 e ha interessato un big box store abbandonato di circa 4.500 m2 situato a North Richland Hills.

[5] Lo studio si è negli anni specializzato nelle trasformazioni da uffici, magazzini o big box stores a luoghi di culto. “Church. Recycled buildings” è il titolo del portfolio specifico che riunisce i diversi interventi compiuti finora in questa direzione. Cfr. www.beckgroup.com.